CREDITO D’IMPOSTA PER FORMAZIONE 4.0

DESTINATARI


Tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica (PMI e GI), che impieghino, il Personale dipendente in corsi di formazione specifici su tecnologie “Impresa 4.0” Allegato “A” legge n. 205 del 2017


VANTAGGI


Il credito d’imposta massimo concedibile per impresa è pari a € 300.000,00#.


  • Credito d'imposta del 40% delle spese relative al personale dipendente impegnato nelle attività di formazione ammissibili, limitatamente al costo aziendale riferito alle ore o alle giornate di formazione, sostenute nel periodo d'imposta agevolabile e nel limite massimo di 300.000 euro per ciascun beneficiario, pattuite attraverso contratti collettivi aziendali o territoriali.
  • Sono ammissibili al credito d'imposta anche le eventuali spese relative al personale dipendente ordinariamente occupato in uno degli ambiti aziendali individuati nell'allegato A della legge n. 205 del 2017 e che partecipi in veste di docente o tutor alle attività di formazione ammissibili, nel limite del 30% della retribuzione complessiva annua spettante al dipendente.
  • La misura è applicabile alle spese in formazione sostenute nel periodo d'imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2017.
L’incentivo è CUMULATIVO con le risorse gestite dai fondi interprofessionali.

ATTIVITÀ AMMESSE


Attività di formazione ammesse saranno quelle svolte per acquisire e/o consolidare conoscenze per l’applicazione di big data e analisi dei dati, cloud etc. L’elenco previsto dal “Piano Nazionale Impresa 4.0” qui sotto è raccolto nella Allegato “A” legge n. 205 del 2017 :


  1. big data e analisi dei dati;
  2. cloud e fog computing;
  3. cyber security;
  4. simulazione e sistemi cyber-fisici;
  5. prototipazione rapida;
  6. sistemi di visualizzazione, realtà virtuale (RV) e realtà aumentata (RA);
  7. robotica avanzata e collaborativa;
  8. interfaccia uomo macchina;
  9. manifattura additiva (o stampa tridimensionale);
  10. internet delle cose e delle macchine;
  11. integrazione digitale dei processi aziendali
Gli interventi formativi devono essere pattuiti e regolamentati da contratti collettivi aziendali o territoriali depositati presso l'Ispettorato del lavoro.

ATTIVITÀ ESCLUSE


Il credito d’imposta non può essere fruito per la formazione ordinaria o periodica che l’Impresa organizza per conformarsi alla normativa vigente in materia di sicurezza e salute sui luoghi di lavoro, di protezione dell’ambiente e a ogni altra normativa obbligatoria in materia di formazione.  


COME SI ACCEDE


  • Si accede in maniera automatica in fase di redazione del bilancio, con successiva compensazione mediante presentazione del modello F24, a partire dal periodo d'imposta successivo a quello di sostenimento delle spese, in via esclusivamente telematica all'Agenzia delle Entrate
  • Sussistono obblighi di documentazione contabile certificata.
    Al fine di beneficiare del credito d’imposta, la norma impone che i costi sostenuti siano certificati dal soggetto incaricato della revisione legale o da un professionista iscritto nel registro dei revisori legali (tale certificazione dovrà essere allegata al bilancio).
    Sono esenti dall’obbligo le imprese con bilancio certificato.
  • Le attività dovranno essere pattuite attraverso contratti collettivi aziendali o territoriali.
  • È utilizzabile esclusivamente in compensazione, a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in cui i costi sono sostenuti;
  • Sussiste l'obbligo di conservazione di una relazione che illustri le modalità organizzative e i contenuti delle attività di formazione svolte.


TERMINI E MODALITA'


Il credito deve essere indicato nella dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta in cui sono sostenute le spese e quelle relative ai periodi d’imposta successivi fino a quando se ne conclude l’utilizzo. Il bonus non concorre alla formazione della base imponibile IRES ed IRAP ed è utilizzabile esclusivamente in compensazione nel modello F24 a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in cui sono state sostenute le spese. All’utilizzo in compensazione dello stesso non si applicano il limite di euro 250.000,00 annui di cui alla legge n. 244/2007 e quello generale di euro 700,00.  


Via Alfredo Soffredini, 39
20126 - Milano

Telefono: 02.36576780
Email: segreteria@eduteam.biz

Newsletter


Iscriviti per ricevere aggiornamenti sulle nostre proposte e attività future.

Privacy